La Polonia proibisce l'aborto e riesplode la protesta in tutto il Paese

Ma il governo non starà a guardare: il Governo di Kaczynski ha ordinato un rafforzamento delle forze dell'ordine per evitare di venire colti di sorpresa come durante le ultime proteste

Proteste in Polonia

Proteste in Polonia

globalist 28 gennaio 2021
La contestatissima legge liberticida sull'aborto in Polonia, che vieta praticamente in qualsiasi caso l'interruzione di gravidanza, è entrtata in vigore ieri e le proteste a Varsavia e in altre città polacche si sono immediatamente riaccese. Guidati da un gruppo per i diritti delle donne, Women's Strike, la gente si è riversata nelle strade. Altre manifestazioni antigovernative sono in previsione da qui al 31 gennaio 2021. Ma il governo non starà a guardare.
"Il presidente Kaczynski ha ordinato 80 auto della polizia come la pizza, ma le donne dovrebbero protestare comunque. Vari dati mostrano che in Polonia ci sono circa 100-150mila aborti illegali ogni anno". Così Marta Lempart, una delle leader dell'International Women's Strike, presidente della National Women's Strike Foundation.
Cosa prevede la legge
La Corte Suprema polacca ha stabilito che l'interruzione di gravidanza nel caso di feti con problemi congeniti è incostituzionale, di fatto rendendo possibile l'aborto solo in caso di rischio per la salute o la vita della donne o se la gravidanza è il risultato di uno stupro (che comunque rimane da dimostrare, nel mentre che la gravidanza va naturalmente avanti). 
Non si può nemmeno dire che la Polonia fosse uno stato che 'abusasse' dell'aborto: nel 2019 in tutto il paese si sono verificate 1.110 interruzioni di gravidanza e il 98% di questi riguardava malformazioni congenite del feto. E anche per questo la popolazione non solo le donne, vive il momento come un'ulteriore stretta ai valori democratici, non soltanto in Polonia, ma anche in Ungheria (entrambi Paesi ex patto di Varsavia, oggi in Unione Europea): "Ora, quando la legge anti-aborto sarà stata inasprita - scrive questo utente di Twitter - il partito Diritto e Giustizia introdurrà una legge che permetterà di punire severamente le famiglie che non avranno figli ...? Sì, chiedo per un amico..."