Top

Missili Usa e Gb sulle basi militari siriane: quaranta le vittime

Sono stati colpiti i centri di Hama e ad Aleppo. Secondo i media ufficiali siriani gli attacchi sono partiti da basi britanniche e statunitensi nel nord della Giordania

Missili Usa e Gb sulla Siria
Missili Usa e Gb sulla Siria

globalist

30 Aprile 2018 - 08.34


Preroll

Almeno 40 persone sono morte e altre 60 sono rimaste ferite in seguito ad attacchi missilistici la notte scorsa contro postazioni militari nel nord della Siria: lo riporta l’agenzia di stampa iraniana ISNA, che cita fonti straniere, sottolineando che tra le vittime ci sono anche 18 iraniani. I missili hanno colpito basi militari ad Hama e ad Aleppo. Secondo i media ufficiali siriani gli attacchi sono partiti da basi britanniche e statunitensi nel nord della Giordania e durante le operazioni sono stati lanciati 9 missili balistici.

OutStream Desktop
Top right Mobile

E intanto è tutto pronto a sud di Damasco per cominciare l’evacuazione di migliaia di miliziani dell’Isis e di gruppi armati anti-governativi asserragliati da tempo in quartieri periferici nella parte sud di Damasco, secondo quanto riferito poco fa da dall’agenzia governativa siriana Sana. La Sana afferma che i pullman sono pronti a caricare e a trasportare i miliziani dai quartieri di Yarmuk, Hajar al-Aswad, Babila, Beit Sahm e Yalda. I miliziani e i loro familiari saranno deportati nel nord e nel sud della Siria, rispettivamente a Idlib e a Daraa, in aree controllate di fatto dalla Turchia e dalla Giordania, due paesi che partecipano alla spartizione di fatto della Siria occidentale in accordo con Russia e Iran. Nel quadro dello stesso accordo, la Turchia ha anche acconsentito a evacuare circa 5mila tra civili e miliziani asserragliati in due enclave sciite e controllate dagli Hezbollah filo-iraniani nella regione di Idlib.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage