Top

Australia, su Djokovic nuove indagini: rischia il carcere per aver fornito false prove

Djokovic è sospettato per le dichiarazioni errate sul suo modulo di iscrizione al viaggio e le incongruenze alla data del suo test Covid. Rischia 5 anni

<picture> Australia, su Djokovic nuove indagini: rischia il carcere per aver fornito false prove </picture>
Novak Djokovic

globalist

12 Gennaio 2022


Preroll

La vicenda ‘Djokovic-Australian Open’ non è ancora finita, tutt’altro: l’atleta rischia fino a 5 anni di carcere per aver fornito false prove riguardo il suo test Covid.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“I funzionari dell’immigrazione australiana stanno esaminando una serie di errori e discrepanze sui documenti di viaggio e quelli sul Covid di Novak Djokovic , dopo che la star del tennis si è scusata per aver preso parte a un’intervista ai media mentre era consapevolmente positiva al coronavirus”.

Middle placement Mobile

Lo ha scritto il quotidiano australiano The Age, rivelando che l”‘indagine del Dipartimento degli affari interni sulla star del tennis si è ampliata fino a includere la sua violazione dei requisiti di isolamento in Serbia, le dichiarazioni errate sul suo modulo di iscrizione al viaggio e le incongruenze alla data del suo test Covid. Dopo le ammissioni del tennista serbo su Instagram, gli affari interni stanno ora esaminando la discrepanza tra la data dichiarata e quella ammessa: la pena per aver fornito false prove è una detenzione di cinque anni”.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage