Il green pass diventa legge: sconfitta per Salvini, vittoria per gli italiani

Via libera del Senato con 189 sì: l'uso della carta verde per ristoranti, spettacoli, competizioni sportive, mostre, piscine, e palestre

Green pass

Green pass

globalist 15 settembre 2021

Una scobfitta per Salvini (e Meloni) una vittoria per gli italiani che vogliono combattere il Covid, uscire dalla pandemia e tornare alla normalità perduta.
Cosa che si può fare solo seguento la scienza e non gli stregoni.

Via libera definitivo dall'Aula del Senato al primo dl Green pass, che era in vigore dal 6 agosto e che ora diventa legge, che estende l'uso della carta verde per ristoranti, spettacoli, competizioni sportive, mostre, piscine, e palestre. Il decreto prevede anche la proroga dello stato di emergenza nazionale fino al 31 dicembre 2021. La fiducia posta dal governo ha ottenuto 189 voti favorevoli, 32 contrari e due astenuti. 

La fiducia

Il ministro per i rapporti con il parlamento, Federico D'Incà, ha posto in Senato la fiducia sul decreto sul green pass nel testo approvato dalla Camera. La presidente Maria Elisabetta Casellati ha convocato la Conferenza dei capigruppo per stabilire i tempi di discussione e voto.


In apertura il presidente della Commissione Affari costituzionali Dario Parrini aveva spiegato che la Commissione non ha concluso l'esame e il voto dei 103 emendamenti, e non ha quindi votato il mandato al relatore.
In aula dunque giunge il testo già approvato dalla Camera. Lello Ciampolillo (Misto) ha subito presentato una questione pregiudiziale per il non passaggio ai voti del decreto, che però è stata respinta. E' dunque poi iniziata la discussione generale.