Scontro a distanza fra scienziati: Bassetti punzecchia Galli

Il direttore di Malattie infettive del San Martino di Genova "Il mondo si divide in due categorie: quelli a cui piace andare in televisione e lo ammettono e quelli a cui piace andare in televisione e dicono che invece non gli piace"

Matteo Bassetti e Massimo Galli

Matteo Bassetti e Massimo Galli

globalist 3 maggio 2021
Il duello tra Massimo Galli e Matteo Bassetti è apertissimo.
Dopo il commento piccato di Galli in riferimento alle parole di Bassetti la scorsa settimana, quest'ultimo ha lanciato una frecciata a Galli durante la trasmissione 'L'Aria che tira'. L'occasione è data dalla domanda di Myrta Merlino sugli esperti 'primedonne' in tv e sulla lite a mezzo stampa fra i due infettivologi. 
"Sono narciso? Ho ammesso quello che ognuno dovrebbe ammettere - replica il il direttore della Clinica di Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova -. Chi non lo dice, mente sapendo di mentire. 
Chi va in televisione lo fa perché ha piacere. Credo di aver detto una cosa assolutamente lapalissiana". 
Per Bassetti, "il mondo si divide in due categorie: quelli a cui piace andare in televisione e lo ammettono e quelli a cui piace andare in televisione e dicono che invece non gli piace. E quindi alcuni che lei ha appena nominato (Galli, ndr.) appartengono a quel mondo, a quelli che dicono 'io ci vado solo perché mi costringono'. 
Non è vero, ci vanno perché gli piace andarci. Sono narciso? Mi trovi qualcuno che sia contento di non piacere…", conclude l'infettivologo.