Landini (Cgil) apprezza Draghi: "Un discorso programmatico di alto profilo"

Il segretario della Cgil: "Netta collocazione europea dell'Italia per costruire un'Europa nuova e socialmente sostenibile".

Landini

Landini

globalist 17 febbraio 2021

Un apprezzamento significativo: "Un discorso programmatico di alto profilo quello del presidente del Consiglio, Mario Draghi, con una netta collocazione europea dell`Italia per costruire un'Europa nuova e socialmente sostenibile".

Lo afferma il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini.
Per il numero uno del sindacato di Corso d'Italia è "condivisibile unire l'azione sull`emergenza, a partire dalle vaccinazioni e dalla proroga del blocco dei licenziamenti, con le riforme (ammortizzatori sociali, fisco, pubblica amministrazione, giustizia) e gli investimenti, capaci di creare nuovo lavoro in particolare per i giovani e le donne. E per dare vita a uno sviluppo sostenibile realizzando gli obiettivi europei di contrasto alle emissioni inquinanti e alla crisi climatica, valorizzando il territorio, la storia e la cultura del nostro Paese".


"La realizzazione di grandi obiettivi - sottolinea Landini - ha bisogno del consenso e del coinvolgimento del mondo del lavoro e della cittadinanza attiva. Per questo è necessario subito un pieno coinvolgimento delle parti sociali e un chiaro ruolo d`intervento e d'indirizzo pubblico delle politiche industriali e di sviluppo".
"La giusta lotta alla povertà e alla diseguaglianza - conclude il segretario generale della Cgil - deve intervenire con più precisione sulle cause che le hanno originate, a partire dal superamento di una precarietà del lavoro non più accettabile".