Top

Quando una legge può cambiarci la vita in meglio: 12 storie di famiglie arcobaleno nel libro "We are Family"

Il nuovo libro-saggio di Giovanni Follesa che racconta le storie di dodici coppie omosessuali sarde che si sono potute sposare grazie alla Legge Cirinnà.

<picture> Quando una legge può cambiarci la vita in meglio: 12 storie di famiglie arcobaleno nel libro "We are Family" </picture>
Copertina del libro 'We Are Family' di Giovanni Follesa

globalist

13 Gennaio 2022


Preroll

Questo non è un libro “politico” in senso stretto. È il mio modo personale di testimoniare l’urgenza di prendere una posizione netta che non prevede sfumature: o ci si schiera di qua, a favore delle libertà individuali, o si sta dall’altra parte, dunque contro il buon senso e il progresso civile, contro il rispetto delle unicità. Ciascuno di noi è unico. Nessuno è diverso.

OutStream Desktop
Top right Mobile

È meschino costruire posizioni di rendita politica istigando la collettività alla discriminazione. Si invoca la normalità. Ma che significa “normalità”? La vita è miracolo, e non ha nulla da spartire con l’ordinarietà auspicata dal pensiero mediocre di alcune specifiche parti politiche. Il vaccino più efficace contro questa ignoranza penso sia presentare piccole-grandi storie comuni.

Middle placement Mobile

Cosa sia allora We are family ciascuno avrà modo di scoprirlo facendosi guidare dalla propria sensibilità. Il mio desiderio è stato raccontare l’amore di quelle coppie che aspettavano una legge per potersi sposare. Pensate che frustrazione, dolore o rabbia dover attendere una normativa per essere riconosciuti dalla società. Le storie delle protagoniste e dei protagonisti illuminano anche questo percorso. Ma soprattutto ci fanno entrare dentro la loro intimità. Ogni coppia ha un universo da farci esplorare, una parabola da condividere, un esempio da mostrare.

Dynamic 1

Le famiglie che hanno accolto l’invito a raccontarsi sono un esempio. Ne sono convinto, ancor di più dopo aver sentito le rispettive storie. Spero siano esempio per le ragazze e i ragazzi che hanno paura di mostrarsi per ciò che sono veramente, che indossano una maschera tanto in famiglia quanto a scuola. Essere se stessi è il miglior modo per affrontare la vita.”

È in libreria We are family – Storie di unioni civili, il nuovo libro-saggio di Giovanni Follesa che racconta le storie di dodici coppie omosessuali sarde che si sono potute sposare grazie alla Legge Cirinnà.
Il 20 maggio del 2016 il Parlamento italiano approva la Legge N. 76, il testo che regolamenta le Unioni Civili omosessuali.

Dynamic 2

Il libro We are family racconta la storia di dodici coppie sarde che all’indomani dell’approvazione della Legge hanno deciso di sposarsi. Nelle loro parole emerge una testimonianza personale e intima del percorso familiare, un approfondimento sulle dinamiche sociali nel nostro Paese, una riflessione sul significato di famiglia. Ciascuna coppia nel presentarsi mette a nudo se stessa: l’amore, i sogni, i problemi quotidiani, il coming out, le aspirazioni, il futuro da immaginare e costruire giorno dopo giorno.

Dentro queste storie moderne c’è molta complessità e altrettanta felicità: chi ha adottato una figlia o un figlio, chi lo aspetta, chi è riuscita a battezzarla in Chiesa. E chi vive “semplicemente” insieme da quarant’anni, quando i diritti civili non esistevano. We are family è un libro ricco di umanità: esempio positivo per chi cerca il coraggio di mostrarsi senza maschere e vivere finalmente la propria vita; ma ha soprattutto ha la forza di insegnare, a chi ancora non vuole comprendere, che la famiglia non è unica ma esistono diverse famiglie, senza discriminazioni. Ciò che lega le famiglie è un solido e profondo programma affettivo.

Dynamic 3

Le coppie, guidate dalla mano di Giovanni Follesa, indicano che il percorso intrapreso, anche in Italia, è quello giusto, malgrado sia carente in alcuni punti, a partire dal tema delle adozioni. Il libro ha la prefazione di Ivan Scalfarotto e la postfazione di Monica Cirinnà. E i contributi del giurista Antonio Rotelli e dell’ARC Cagliari

“Cosa sia allora We are family ciascuno avrà modo di scoprirlo facendosi guidare dalla propria sensibilità”, spiega l’autore. “Io ho solo raccontato l’amore di quelle coppie che aspettavano una legge per potersi sposare. E ringrazio Marco e Diego, Teresa e Luna, Carlo e Pierpaolo, Alessandro e Adriano, Simona e Stefania, Antonio e Andrea, Damiano e Sergio, Filippo e Daniele, Cristina e Annalisa, Sandro e Massimo, Giorgia e Francesca, Giovanni e Stefano per avermi mostrato la loro intimità. Ciascuno ha mostrato un universo da esplorare, una parabola da condividere, un esempio da mostrare. Della stragrande maggioranza dei protagonisti e delle protagoniste non conoscevo i volti, il suono della voce, il sorriso. Eppure, mi hanno accolto. E questa accoglienza è prima testimonianza del significato profondo di famiglia.

Dynamic 4

Esempio per chi purtroppo insiste e si accanisce con le discriminazioni. Ne sono davvero convinto: rappresentano un esempio per il Paese, per coloro che ancora si rifiutano di capire. Spero possano diventare modello
e ispirazione per le ragazze e i ragazzi che hanno paura di mostrarsi per ciò che sono veramente, che indossano una maschera tanto in famiglia quanto a scuola. Essere se stessi è il miglior modo per affrontare la vita”.
Completa l’opera una ricognizione sul numero di Unioni Civili, suddivise per genere, registrate nei 377 comuni sardi nel periodo giugno 2016 – 31 dicembre 2020.

In Sardegna tra il giugno 2016 e il 31 dicembre 2020 sono state celebrate 458 unioni, 153 tra donne e 305 tra uomini.
Il progetto nasce con il contributo della Fondazione di Sardegna.
E il sostegno della CGIL Sardegna.

Dynamic 5
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage