Flavia Caroppo è una giornalista italiana che vive e lavora a New York. Nata a Bari, si trasferisce a Milano per frequentare la scuola di giornalismo dell'Ordine e Inizia la sua carriera ufficiale a Sorrisi e Canzoni, come più giovane praticante nella storia della rivista. Dopo un'esperienza televisiva a Studio Aperto (il Tg di Italia 1), approda in Rizzoli dove crea la versione italiana di Newton, mensile di scienza Giapponese, di cui sarà capo redattore per circa 10 anni. Collabora con personaggi del calibro del premio Nobel Rita Levi Montalcini, del''astronauta Umberto Guidoni e del professor Massimo Picozzi, il primo profiler italiano. Scrive un libro-inchiesta sui crimini efferati di Marc Dutroux, il Mostro delle Ardenne, per la collana True Crimes di Mondadori. Sempre per Rizzoli, crea la parte digitale di testate popolari come Visto e Novella2000, dove inventa la formula delle video chat in diretta in cui i personaggi Tv del momento vengono intervistati dai lettori. Collabora con Wired, mensile americano di scienza e tecnologia pubblicato da Condè Nast, e progetta la versione italiana della testata, di cui firma il Numero 0. Prima di trasferirsi oltre oceano, crea "Numbers, la realtà in numeri", programma radiofonico di Radio24. Nel 2013 si trasferisce a new York come "Ambasciatrice del Gusto italiano". Nella Grande Mela crea "Dinner @ Zia Flavia", una formula di storytelling-showcooking nella quale cucina in diretta davanti ai suoi ospiti raccontando non solo le ricette tradizionali italiane, ma sopratutto le storie e la cultura gastronomica (e non) del nostro Paese. Tra i suoi ospiti ha Sting, Blondie e Bruce Springsteen. Dal 2016 ad oggi si occupa di social media marketing & advertising come caporedattore del blog di AdEspresso (in inglese) e delle versioni internazionali del blog di Hootsuite.
Flavia Caroppo

leggi altri articoli

...